Posts

Come migliorare l’e-mail marketing – II parte

10 idee per tirare fuori il meglio dalle campagne di e-mail marketing

Nella prima parte del nostro articolo su come migliorare l’e-mail marketing, abbiamo introdotto alcuni suggerimenti su personalizzazione e contenuti grafici. Oggi altre cinque idee:

Testare le foto

La foto dello stesso prodotto in due contesti diversi, per esempio una crema chiusa e impacchettata o aperta mentre viene usata, potrebbero avere risultati diversi in termini di conversione. Quindi è importante testare le immagini, non tutte assieme, per vedere che cosa produce risultati migliori su quel determinato pubblico, o per quel determinato segmento.

Affidati ai feed-back dei clienti

La migliore forma di pubblicità è la soddisfazione di chi ha già acquistato o usufruito. I feed-back possono essere inseriti nelle campagne di e-mail marketing, nel recupero di clienti che hanno rinunciato a un acquisto così come nelle mail relative alla transazione.

Crea una consuetudine

Il presupposto sono chiaramente contenuti interessanti e accattivanti. Ma adottare strategie come quelle dei podcaster, abituare il cliente a ricevere un determinato tipo di contenuti, che gli interessano, a intervalli regolari, aiuta la fidelizzazione. Lo diceva anche la volpe de Il Piccolo Principe “Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi alle quattro, dalle tre io comincerò ad essere felice. Col passare dell’ora aumenterà la mia felicità. Quando saranno le quattro, incomincerò ad agitarmi e ad inquietarmi; scoprirò il prezzo della felicità! Ma se tu vieni non si sa quando, io non saprò mai a che ora prepararmi il cuore… Ci vogliono i riti”.

Implementare un programma “Presenta un amico”

Un programma “Presenta un amico” è un modo che permette di ottenere due risultati in uno. Da un lato fidelizzare il Cliente, dall’altro utilizzare attivamente i feed-back per acquisire share di mercato. Un programma che ovviamente richiede una presenza attiva sul sito, ma che può essere presentato efficacemente per tramite dell’e-mail marketing.

Rivedere i criteri di segmentazione e distribuzione

Le liste di distribuzione sono lo strumento principe per targettizzare correttamente gli sforzi del digital marketing. Rivedere le liste regolarmente e utilizzare la fase di iscrizione per richiedere informazioni e permettere al cliente stesso di profilarsi, è fondamentale perché gli sforzi successivi siano efficaci.

E’ chiaro quindi che l’e-mail marketing è un canale potente, ma deve essere curato nel rumore e nel disordine dello spazio digitale. I contenuti non possono stagnare e la profilazione deve essere mirata. Solo così i tassi conversione saranno alti a costi bassi.

Come migliorare l’e-mail marketing – I parte

10 idee per tirare fuori il meglio dalle campagne di e-mail marketing

L’email marketing è un vero e proprio canale di marketing digitale. Mentre altre tendenze di marketing vanno e vengono, l’e-mail marketing è un canale continuo tramite il quale ottenere alti tassi di conversione a fronte di bassi costi. Il grosso scoglio, per tutte le strategie di lungo periodo è mantenere alta l’ispirazione e l’innovazione, per evitare che l’appiattimento delle idee comporti appiattimento dei risultati. Oggi vi proponiamo le prime cinque idee per migliorare l’e-mail marketing. A domani per le prossime cinque.

Personalizzazione

Mentre la personalizzazione dei contenuti di un sito web può essere un compito complesso e scoraggiante, personalizzare i contenuti di posta elettronica è piuttosto semplice. Non c’è motivo per non farlo. Può essere una cosa più superficiale, come l’inclusione del nome dell’utente nella riga del soggetto del messaggio. O qualcosa più mirata, personalizzando i contenuti, i tempi e le offerte.

Includere contenuti video

Le statistiche dimostrano che l’inclusione di video aumenta l’interesse degli utenti. D’altra parte le mail possono veicolare i video più belli e significativi.

Includere GIF

Vanno tanto di moda e qualcuno potrà anche non apprezzarle, ma le GIF rappresentano un modo immediato per migliorare l’appeal visivo delle mail. Le animazioni sono un modo affidabile per catturare l’attenzione di un utente quando apre la mail. Possono anche essere strategicamente impiegate per richiamare l’attenzione su contenuti o elementi importanti all’interno del corpo dell’email.

Focus sulle vendite mancate

E’ possibile ridurre i lead perduti con campagne mirate sui carrelli abbandonati. Sottolineando i vantaggi del prodotto e offrendo un incentivo per completare la vendita (spedizione gratuita, campioni gratuiti, consultazioni gratuite o una prova gratuita o scontata del tuo servizio), può aiutare la finalizzazione.

Revisione delle email relative alla transazione

Le e-mail relative alla transazione, sono quelle che informano il cliente su questioni  importanti come lo stato dell’ordine, le restituzioni e la fatturazione. Devono testimoniare l’affidabilità di brand e per questa ragione non possono essere tralasciate, ottimizzando la funzionalità e la forma.