Articoli

Curiosità: lo strumento più potente che abbiamo

Esercizi per allenarla – I Parte

La curiosità è il motore dell’innovazione e in qualche maniera del successo. La curiosità è innata nei bambini e tende a scemare con l’età adulta perché la società stessa non vede di buon occhio le domande “scomode”.

Cos’è la curiosità?

Ci sono tre tipi di curiosità:

  • quella diversificata che altro non è che la fame di novità
  • quella empatica è l’intenzione di capire gli altri
  • quella epistemica è la nostra ricerca più profonda e più diretta della comprensione. E’ quella che crea le domande e ci pone questioni.

La curiosità ci ispira a pensare in modo creativo per risolvere i problemi. Internet e tecnologie digitali hanno ridotto la forbice fra desiderio e gratificazione, fra domanda e risposta. Questo però tende ad inibire la curiosità epistemica che è il vero motore di crescita. Dovremmo quindi prendercene cura con attenzione, allenarla come fosse un muscolo. Come? Con i nostri esercizi.

Esercizi per stimolare la curiosità

  • Osservare

Passare quindici minuti in un luogo affollato, dove ci sono persone in attesa. Una stazione o un bar. Cercare di dare una descrizione di chi, cosa, come, dove e quando. Stilare un elenco di cosa fanno le persone quando pensano che nessuno le stia guardando e rielaborare successivamente le informazioni.

  • Frustrazione

Cercare di cogliere i momenti di frustrazione di avventori e passanti. Una volta individuata la ragione di tale frustrazione prova ad elaborare una soluzione per essa.

  • Soluzioni

Analizza problematiche comuni o della comunità in cui vivi. Annota le soluzioni utilizzate e prova tu stesso a proporne una o più cercando di fare focus sul valore aggiunto rispetto alle altre soluzioni proposte.

Domani vi daremo qualche altro suggerimento per far volare la vostra curiosità, e la fantasia!