Articoli

content marketing

Content Marketing: conquistare Rimini in 5 mosse

Lead generation e content marketing per affermarsi nel mercato Riminese. 5 strategie di facile applicazione.

L’efficacia della lead generation nell’espansione di mercato, è ormai appurata. Tutte le aziende possono trarre vantaggio da più lead, che siano esse start up o avviate. Per una start up però, è maggiormente strategico conquistare (nuovi) clienti. In caso contrario si potrebbe fallire immediatamente. A maggior ragione ottenere lead locali è importante. E questo potrebbe dipendere dal content marketing.

Content marketing a Rimini

I contenuti possono fare la differenza. E’ ormai uno statement, tant’è che il 75% delle aziende sta aumento il budget destinato al content marketing. Ma per fare lead generation locale, ci sono piccoli accorgimenti che possono aiutare nel mercato riminese.

Ricerca

Prima di scrivere, è meglio leggere. Leggere cosa scrivono i competitor. Capire quali contenuti esistono già in quel settore. Così sarà possibile identificare i contenuti strategici di settore e soprattutto a Rimini.

Valore aggiunto

Il consumatore digitale ha alti tassi di rimbalzo. Anche a Rimini. Se vuoi che i potenziali clienti continuino a leggere oltre il primo paragrafo, Il contenuto deve avere un valore aggiunto. Non solo. Deve essere espresso sin da subito e portare alla risoluzione di un problema.
Il content marketing è questo: esprimere con contenuti perché il proprio prodotto o servizio, risolverà un problema dell’utente.

Includere Lead Magnet

Per Lead Magnet si intende quella strategia per cui si consegna un contenuto all’utente solo dopo che questi ha fornito i propri dati.

E’ un modo strategicamente intelligente per creare lead locali e affiliazione allo stesso tempo. Il presupposto però è che le scelte di content marketing siano efficaci. Per esempio, un articolo interessante per un dato settore di Rimini, può essere schermato. Questo significa che si lascia l’accesso alla prima parte, per rendere curioso l’utente. Chi vuole effettivamente continuare la lettura, deve compilare un rapido form.

Condivisione

Il networking o referral si sa, funzionano. Il modo migliore per creare nuovi lead è lasciare che gli utenti li portino direttamente. Come? Permettendo una condivisione facile dei contenuti. Se utenti locali condivideranno sui social media i tuoi contenuti, Rimini sarà conquistata.

Lead nurturing

La fase successiva alla lead generation deve necessariamente essere il Lead Nurturing. La conversione di un contatto non è, per lo più, immediata. Per questa ragione è importante creare contenuti mirati. Poi, condividerli tramite mail o social. Coccolare i visitatori e ricordargli il valore aggiunto del prodotto o servizio venduto. Questi sforzi portano, sul medio periodo, a più alti tassi di conversione.

Pronto a generare più contatti locali?

Ripensare il content marketing può aiutarti a ottenere nuovi clienti a Rimini. Il dado è tratto, seguici su Facebook! Oppure iscriviti alla Newsletter!

Vuoi saperne di più? Iscriviti alla nostra newsletter

lead generation

Lead Generation: annunci ed errori

3 Errori che Minano l’Efficacia degli Annunci per la Lead Generation.

La stesura di testi pubblicitari richiede un delicato equilibrio per quanto riguarda la lead generation: sbagliare per eccesso o per difetto potrebbe determinare la vostra rovina. Abbiamo già parlato di come si sviluppa una strategia di lead generation in questo articolo. Ma quali sono gli errori che potrebbero trasformare velocemente i migliori prospetti nei clienti della concorrenza?

1. Stile Altezzoso

Lo stile di scrittura moderno è informale, perfino per il business più rigido come quello dei servizi finanziari o certi tipi di pratiche legali. Uno stile meno ricercato riflette una cultura meno formale. Ciò si deve all’azione di blogging iniziata cavallo del 2000 e che deve riflettersi nella lead generation.

Il problema con uno stile troppo elevato è che suggerisce un business impersonale, appesantito e forse troppo presuntuoso. Questo non è il tipo di cultura aziendale che la maggior parte della gente ricerca in un potenziale fornitore o un fornitore di servizi. Un’azienda farebbe meglio a conoscere i suoi clienti molto bene prima di rompere le convenzioni dell’informalità. Molte aziende lo fanno senza dare troppa importanza all’intera faccenda.

2. Livello di Lettura inappropriato

Sopraffare il cliente o abbassare troppo il livello farà scappare i nostri prospetti dritti dalla porta principale. A nessuno piace sentirsi stupido. D’altra parte, se qualcuno sta cercando componenti di precisione per la costruzione di un aeromobile, non vorrà ritrovarsi a leggere una copia di Topolino.

Esistono diversi test on line per verificare il livello di leggibilità degli articoli, attraverso diverse analisi standard. Fare questo prende un po’ di tempo è vero, ma raggiungere la giusta leggibilità può veramente fare la differenza in termini di tasso di conversione.

3. Correzione scarsa o assenza di correzione

Qualunque testo ha bisogno di una revisione, anche quando sia stato scritto dal migliore dei redattori. Chi revisiona un testo deve tenere conto di molti fattori.

Chiarezza   – Le idee sono espresse in modo chiaro ed esauriente?
Concisione   – Le idee sono state espresse sinteticamente?
Grammatica   – Il testo segue le regole grammaticali convenzionali?
Scelta del lessico – C’è una parola migliore per esprimere quell’idea?
Accuratezza – Le statistiche e i dati riportati sono accurati?
Citazioni   – Le statistiche e i dati sono fedeli alle loro fonti?
Stile – I contenuti rispettano le regole dello standard di scrittura?

I redattori saranno in grado di revisionare alcune di queste aree essi stessi, ma probabilmente non bene, poiché è difficile supervisionare obiettivamente il proprio lavoro. Qualunque azienda che abbia un sito web e usi contenuti nelle sue attività di marketing deve riconoscere il valore della revisione professionale. Errori di redazione in una qualsiasi di queste aree causeranno la perdita di fiducia nel loro venditore e/o impediranno alla azienda di comunicare chiaramente e persuasivamente il suo valore. Anche e soprattutto quando si fa Lead Generation.

lead generation marketing soluzionando

Lead Generation: parliamone…

La Lead Generation è un’azione di marketing che consente di generare una lista di possibili clienti interessati ai prodotti o servizi offerti da un’azienda.

Questa operazione consiste nel trovare i clienti interessati, farsi dare i contatti dalla persona (prospect) e costruire un database che sarà utilizzato dal reparto commerciale.

Per generare nuovi contatti di futuri clienti, possono essere utilizzate tutte le varie strategie di marketing, da quelle più tradizionali come pubblicità o telemarketing alle più innovative come Direct Marketing o altre strategie che utilizzano il Web.

Il metro di giudizio di una buona campagna di Lead Generation si ferma al numero di prospect generati e alla loro qualità.

Non viene valutata quindi l’acquisizione effettiva dei clienti, cioè la quantità di vendite realizzate, perché tale dato è fortemente determinato dalle capacità di chi si occupa del commerciale, che ha il compito di proporre l’offerta e chiudere la vendita.

Per comprendere meglio di cosa si tratta quando parliamo di LEAD GENERATION dobbiamo fare una analisi dei sistemi usati dalle aziende per procurarsi clienti nell’ambito delle attività di Marketing e di vendita.

In primo luogo è bene fare una precisazione: in Italia per le piccole e medie aziende il marketing è visto, nella maggior parte dei casi, solo come un costo e non come una attività essenziale per far espandere il proprio business.

In realtà un’azienda fa sempre marketing, anche senza saperlo, quindi il marketing in una azienda può essere fatto male o bene, ma non è possibile esimersi dal farlo perché è insito nelle attività di qualunque business.

La maggior parte delle aziende Italiane medio piccole  praticano  HOPE MARKETING ( MARKETING DELLA SPERANZA)

In sequenza le azioni H.M.

  1. Non fare nulla
  2. Passa parola (troppo casuale)
  3. Visite dirette (porta porta)
  4. Sito web statico (non funziona)
  5. Attività web non coordinate (costose)
  6. Radio, stampa, tv (nessuna certezza, costose)
  7. Telemarketing (non efficace se non fatto su liste profilate)
  8. Fiere (azioni di Pubbliche relazioni)

 

Tutte queste azioni hanno in comune un fattore: il risultato non è controllabile, misurabile, oppure non sono azioni di marketing ma di pubbliche relazioni, o, come nel caso Telemarketing, sono sistemi abusati e saturi, oltre ad essere molto costosi e dispendiosi in termini di tempo.

Quindi in che cosa consiste effettivamente la Lead Generation e quali sono i suoi pregi e in che cosa si differenzia con i gli altri sistemi?

In primo luogo diciamo quello che non è:

Non è un elenco di acquirenti o clienti

Ma più precisamente un elenco di prospetti più o meno caldi che devono essere trattati e lavorati a vari stati per essere trasformati in clienti:

Vediamo quali sono i punti salienti della Lead Generation:

  1. Ha un costo definito (più economico degli altri sistemi)
  2. Fornisce un elenco preciso di contatti (con tutti i dati sensibili)
  3. È un elenco di contatti profilati con un interesse specifico.
  4. L’elenco può e deve essere usato nel tempo per varie azioni di marketing
  5. Non impegna le risorse aziendali.
  6. È comodo e porta clienti nuovi in tempo reale
  7. Può essere inserito in una strategia di marketing con altre azioni volte all’ottenimento di più fatturato