Articoli

facebook soluzionando web agency

FACEBOOK: Miniera d’oro o buco nero?

5 consigli per ottimizzare le campagne Facebook.

Ci sono quasi 900 milioni di persone che si collegano a Facebook ogni giorno! Sia che il target di riferimento siano studenti universitari o amministratori delegati, è molto probabile che sia possibile intercettarlo sul social di Zuckerberg

Non è più sufficiente però essere presente sui social. L’algoritmo di Facebook cambia costantemente, il che spesso porta a una copertura meno organica per i post di un brand. Per questa ragione si rende necessario fare campagne a pagamento, ma con criterio. Gli annunci devono essere ottimizzati e rivolti al pubblico giusto. Solo così si rispetta il budget e si ottengono ROI positivi.


Ma che significa ottimizzare una campagna Facebook? Ecco i nostri consigli:

ACCATTIVANTE
La scoperta dell’acqua calda. Il 90% delle informazioni trasmesse al cervello è visivo, quindi indipendentemente dall’annuncio, l’immagine deve parlare da sola!

PERTINENTE
La rilevanza è fondamentale per il successo. Quando si paga perché qualcuno visualizzi i tuoi contenuti. Le informazioni sono limitate e il successo è in parte misurato dai criteri di targeting scelti.

VALUE PROPOSITION
In che modo il tuo prodotto o servizio è diverso da qualsiasi altro? Perché l’utente dovrebbe cliccare?La proposta deve essere credibile e allettante. L’aggiunta di prove sociali e statistiche, così come di sconti può aiutare.

CALL TO ACTION
Un annuncio bello e pertinente ma senza un invito all’azione, potrebbe lasciare l’utente spiazzato. L’aggiunta di una CTA come “Acquista ora e salva X%” o “L’offerta scade a breve” creerà un senso di urgenza per il tuo spettatore.

COSTRUISCI SUL SUCCESSO
Come già detto, il successo di una buona strategia di marketing, non può prescindere dallo storytelling. Facebook è una piattaforma sociale e ogni campagna è legata alla precedente e crea la condizione per la successiva. Costruire sul successo è la prima strategia di successo!

Ottimizzare campagne e-commerce soluzionado

Ottimizzare campagne e-commerce: come fare?

Suggerimenti per ottimizzare campagne e-commerce a partire da pochi parametri di rendimento

Investire in un progetto di e-commerce è sicuramente un passo importante e se ben strutturato, redditizio. Ma come strutturarlo e come ottimizzare campagne e-commerce? E’ necessario focalizzarsi sul ROI (Return On Investments). Saperlo calcolare aiuterà a scegliere dove e come investire i propri sforzi. Vi ripotiamo cinque suggerimenti per farlo.

Conversioni assistite: analizzale a livello di parola chiave e annuncio.

Una conversione assistita si verifica quando un utente, ingaggiato tramite annuncio per esempio, arriva sul sito, si sposta su un altro sito, per esempio per paragonare i prezzi e infine torna sul tuo sito e acquista. Individuare quali keyword e quali annunci conducono a conversioni assistite ti permette di riprodurre quel modello per aumentare il numero di acquisti di questo tipo.

Tagga come non ci fosse un domani

Tag di ogni tipo, campagne, fonti, media e parole chiave. Utilizzando più tag possibili, è possibile eseguire un’analisi più approfondita su ciò che attiva le conversioni assistite. I tag consentono di vedere su cosa esattamente l’utente ha fatto clic, sia che sia un annuncio che ha portato alla nostra pagina di prodotto, al contatto o ad altra pagina.

ROI: 2 e 1

Il ROI 1 si focalizza sulle vendite dirette, quelle che si realizzano subito dopo il click. Questo non sempre accade. Il ORI 2 include anche le conversioni assistite appunto. Ottimizzare prima per il ROI 2, attraverso i passaggi sopra, permette di affrontare il ROI 1 in un secondo momento. Entrambi alla fine dovrebbero risultare positivi.

Il ritorno sulla spesa pubblicitaria

Valutare qual è il ritorno sulla spesa pubblicitaria, ti permette di prendere delle decisioni sugli investimenti da effettuare, i canali e gli strumenti. In generale più si investe in questo senso e maggiori saranno i ricavi.

API e automazione

I rapporti di API e di automazione consentono di vedere cosa succede nelle campagne in tempo reale. Questi rapporti consentono inoltre di confrontare i risultati complessivi rispetto a segmenti di tempo (ultima settimana o mese di risultati). Ciò consente di vedere se i CPA sono aumentati o diminuiti.

Seguendo questi passaggi sarà possibile ottimizzare campagne e-commerce e ottenere risultati sui singoli parametri e sui ricavi in generale.