Posts

Progettazione web: 3 differenze fra mobile e desktop

Progettazione web o web design, alcuni consigli utili.

Tutti noi lo sperimentiamo nel quotidiano, forse non sempre consapevolmente, almeno fino a quando non ci troviamo a consultare sul cellulare un sito web ottimizzato solo per desktop: la visualizzazione mobile e da pc dello stesso sito internet sono due esperienze differenti e la progettazione fa la differenza. E come tali vanno trattate da chi costruisce e si occupa della progettazione di un sito. Vediamo quali sono le principali questioni da considerare.

Organizzazione dei contenuti

I contenuti si devono adattare alle esigenze e ai comportamenti degli utenti di riferimento, in questo caso quelli mobile. Da principio, la funzione mobile richiedeva una semplificazione del sito web in quanto non ci si aspettava di riprodurre potenziali comportamenti desktop su mobile. Ora, anche grazie a cellulari sempre più performanti, è probabile che un utente voglia consultare tutto il sito internet sul cellulare o addirittura lo smartphone è il principale mezzo di accesso al web. Rimane tuttavia necessario fare un’attenta analisi di queste esigenze senza dare per scontato che riproducano quelle desktop.

Per quanto concerne i comportamenti, è evidente che i cellulari hanno uno schermo stretto e facilitano con il touch lo scroll down molto più che una selezione puntuale. Per questa ragione i contenuti devono essere organizzati verticalmente, impilati per facilitare la consultazione.

Moduli di iscrizione

Un modulo ben costruito può fare la differenza sui tassi di conversione. Questo rimane vero e forse lo è ancor di più per il mobile. Minimizzare lo sforzo del cliente per arrivare all’iscrizione o all’acquisto è ciò che fa alzare i numeri e i volumi. Come?

  • Allineamento verticale: vale anche per i moduli di iscrizione. Stesso principio, l’utente che sarà obbligato a scorrere a destra e a sinistra di un sito per completare un modulo, finirà per rinunciare. I campi devono essere allineati verticalmente possibilmente organizzati su una o più pagine senza la necessità di scorrere nemmeno in verticale, ma completando step del modulo.
  • Suggerimenti di testo: aiutare l’utente con suggerimenti di testo per i campi con molte risposte potenziali, velocizza l’inserimento e diminuisce gli errori di battitura più comuni su mobile.
  • Minimizza le richieste: Meno campi compongono il modulo, più alti saranno i tassi di conversione. E’ semplice, anche se si è naturalmente tentati di acquisire informazioni utili per il marketing, questo non dovrebbe avvenire a scapito dei tassi di conversione.

Menù

La tentazione di organizzare un sito con menù e sottomenù, è alta, e sicuramente funzionale per ampi desktop. Ma per la versione mobile, questa scelta equivale a un suicidio commerciale. Menù a livello singolo con pulsanti di grandi dimensioni e allineamento, indovinate un po’, verticale.

L’argomento chiaramente non si esaurisce qua, ma riteniamo queste siano le macro-aree da tenere in considerazione per non fallire completamente l’approccio con il mobile.