le criticità dell'e-mail marketing

Le criticità dell’e-mail marketing efficace

Le 5 criticità dell’e-mail marketing per ottenere risultati concreti

Non è la prima volta che parliamo di e-mail marketing, ma oggi vorremmo focalizzarci sulle criticità. L’ e-mail marketing è uno strumento di Web Marketing  fra i più vecchi. L’e-mail ha (in parte) sostituito la pubblicità cartacea ed è divenuta un medium collaudato e affidabile sin dalle origini di internet. Tutti coloro che si sono affacciati al mondo del Web hanno quindi utilizzato l’e-mail marketing. Ma la diffusione di uno strumento non significa necessariamente capacità di utilizzarlo. Vanno considerate le criticità dell’e-mail marketing quando si vogliono ottenere risultati concreti.

La gestione innanzitutto, di una campagna di e-mail marketing è fondamentale per evitare una caduta dei risultati. Se una campagna è inefficace è molto più probabile che dipenda dalla gestione della campagna stessa più che dallo strumento stesso.

Obiettivi

Fra le criticità dell’e-mail marketing la prima che possiamo individuare sono gli obiettivi. Come ogni strumento di marketing è importante che le campagne e-mail siano definite tramite obiettivi specifici, misurabili e soprattutto coerenti con lo strumento. Per esempio l’e-mail marketing può contribuire alla creazione di clientela abituale attraverso traffico ripetuto sul sito. Innanzitutto è importante stabilire gli obiettivi, ma come sempre è altrettanto evidente che bisogna tenere monitorata l’attività e rivederli eventualmente con l’andare del tempo.

Segmentazione

L’era dello spam è finita e l’e-mail marketing è divenuto uno strumento sempre più sofisticato. Per questa ragione le email promozionali devono riguardare segmenti di popolazione interessati alla promozione stesse. Inoltre le persone si aspettano sempre più contenuti personalizzati.

Programmazione

La programmazione è sicuramente una fra le criticità dell’e-mail marketing più sottovalutata. I tempi di invio dovrebbero essere programmati strategicamente. Vanno testati e ottimizzati senza lasciare nulla al caso. Ci sono delle regole generali come non inviare le mail al lunedì mattina perché molti probabilmente avranno un overflow di informazioni. Tuttavia, il successo della programmazione varia drasticamente per settore e segmento. Il test è fondamentale per creare una pratica di successo.

Contenuti

Il Web è il luogo dell’informazione per eccellenza. Chiunque utilizzi la rete si può sentire a tratti bombardato di contenuti. Per questa ragione qualsiasi attività di marketing di successo deve basarsi su contenuti originali e interessanti. Tanto più un’email. Il contenuto deve sapere trattenere il destinatario e l’oggetto prima, deve catturarne l’attenzione.

Call to action

La presenza e la coerenza delle call to action (CTA) nell’e-mail costituiscono una criticità dell’e-mail marketing, particolarmente delicata in fase di conversione. Ogni e-mail efficace ha un CTA Senza una richiesta esplicita da parte del mittente il destinatario, che pur ha ricevuto e letto una mail interessante nei giusti tempi, potrebbe non farsene nulla. La call to action deve essere chiara e coerente. Se si promuove una svendita è necessario creare una landing relativa a quella svendita dove fare arrivare l’utente che risponde alla chiamata. Se si promuove un nuovo prodotto sicuramente la pagina di atterraggio deve aprirsi con quel prodotto. Call to action coerenti sono lo strumento per finalizzare

Siete pronti ad analizzare la vostra campagna di e-mail marketing e ottimizzarla o crearne una ex novo?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *